Selvapiana e dintorni


Frazione del Comune di Bagno di Romagna, Selvapiana, posta ad una quota media di 600 s.l.m., è situata ai piedi del Monte Comero dell’Appennino Tosco Romagnolo e immersa nel verde di pregiati boschi e castagneti.

Per iniziare, non può mancare una passeggiata nel Monte Comero (m 1.372 s.l.m.), meta appassionata dei tanti fungaioli, che in stagione arrivano all’alba, dalla Romagna e Toscana, per raccogliere il prelibato fungo porcino locale.

Proseguendo nel territorio del Comune di Bagno di Romagna Terme, si potranno trovare tante opportunità ed attività turistiche. Potrete trascorrere qualche giorno di pieno e sano relax godendo di tante eccellenze come, fra le più importanti, le terme con acque di origine millenaria.

A pochi decine di minuti da Selvapiana,  troviamo il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, dove natura, ambiente e fauna sembrano essersi fermate nel tempo.

Altra gita interessante al Monte Fumaiolo, che con i suoi 1.407 m s.l.m. risulta essere la montagna più alta della Provincia di Forlì Cesena, e da cui sorge, poco più a valle a 1.207 m s.l.m. il fiume Tevere, uno dei più importanti fiumi d’Italia, ricco di storia e cultura.

Oltre a natura, sport, terme, relax e sano divertimento potrete immergervi in ambienti dove storia e cultura saranno i protagonisti, come La Basilica di Santa Maria Assunta di Bagno di Romagna, in cui tracce e reperti storici ci fanno ritornare all’anno 871 d.c., dove il suo campanile alto 32 m era una delle principali torri di avvistamento per la difesa del territorio. All’interno della Basilica entrerete  a contatto con un vero e propria galleria d’arte, scrigno d’opere dei più bei nomi del Rinascimento Fiorentino, con lavori di Andrea della Robbia e Il Maestro Sant’Ivo solo per citarne alcuni.

D’obbligo una visita al Palazzo del Capitano, uno degli edifici più antichi e significativi di Bagno di Romagna, sede oggi dello Ufficio Informazioni Turistiche, Centro Visita del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Al suo interno è presente una sala conferenze e molto spazio viene utilizzato per l’allestimento di mostre di ogni genere.

Oltre a questo potrete immergervi nei tanti siti architettonici di carattere religioso e non del territorio, come le opere dell’illustre personaggio Arch. Cesare Spighi. Una visita non deve mancare a San Piero in Bagno, centro economico e mercatale di commercio già dalle dominazioni fiorentine, con una visita alla chiesa parrocchiale progettata sempre dall’Arch. Cesare Spighi.

Se questo non basterà, è a disposizione un vasto territorio di piccoli borghi e valli incontaminate, con tanti bacini ai piedi del Monte Comero, così detti appunto “Laghetti del Comero”, ovvero Acquapartita, Lago dei Pontini e Lago Lungo, dove potrete effettuare pesca e trekking, dotati di aree pic-nic, aree di ristoro, chioschi e ristoranti.

Un altro sito che merita di essere visitato è l’invaso di Ridracoli, un’imponente diga che “disseta” una buona parte della Romagna, immerso all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Da visitare l’insolito “Idro-ecomuseo delle acque”.

 

Per ulteriori informazioni

Ufficio Informazioni Turistiche

Palazzo del Capitano

Via Fiorentina 40

47021 Bagno di Romagna (FC)

tel. 0543 911037

info@bagnodiromagnaturismo.it

www.bagnodiromagnaturismo.it

brochure bagnodiromagna

 

Condividi